Inno del PESTO

Canta BUIO PESTO

 

Quello che l’ha inventato

dovrebbe diventare santo,

perché poterlo mangiare

è un regalo del Signore.

Un bel mortaio in marmo,

col suo pestello in legno,

è quello che ci vuole,

per un Pesto fatto come si deve.

Devi metterci dentro dei pinoli

e uno spicchio d’aglio,

poi schiacciare nel mortaio

fino a quando diventa cremoso.

Devi aggiungere un po’ di sale

e foglie di basilico,

“pestellare” per bene in tondo,

fino a quando diventa salsa.

Un po’ di parmigiano

e un po’ di formaggio sardo,

e per ultimo ci va un po’

di olio di oliva d.o.p.

Solo se fatto così

è il migliore al mondo,

e al pranzo del Signore

si può essere certi di trovarlo.

Capito Straniero?

Così si Fa il Pesto!

 

 


INNO AL PESTO

Inno


MODE DE DI

 

-de votte bezeûgna fâ comme can chi

  nega.

-va ciû unn' osa de pratica che unn-a

  lia de scienza

-chi fa do ben, ha ben e megio, chi fa

 do mâ, ha mâ e pezo

 



ultimo aggiornamento:dicembre 2016


prossimo raduno 1 aprile 2017